FAQs PDF Stampa E-mail

In questa pagina si trovano suggerimenti e soluzioni a diverse problematiche.

Gli utenti registrati accedono alla versione completa.

Per ulteriori o maggiori approfondimenti si invita a contattarci per richiedere informazioni inerenti la registrazione e/o i nostri contratti di assistenza.

 


 

CONVENZIONI

- Con il termine "fare un clic" si intende premere il tasto sinistro del mouse rimanendo fermi sull'area interessata;
- con il termine "fare un doppio clic" si intende premere in rapida successione due volte il tasto sinistro del mouse rimanendo assolutamente fermi sull'area interessata;
- con il termine "record" si intende una voce completa di una tabella (un giustificativo, un orario...);
- con il termine "campo" si intende una singola informazione di un record (un codice, una descrizione...).

 


Installazione

Domande e risposte inerenti l'installazione del software Eclipse e di altro software complementare:

Installazione di Eclipse su sistemi operativi antecedenti Windows 2000

Premesso che è sconsigliato installare software recente su PC con sistemi operativi non più supportati da Microsoft, per installare il software Eclipse su un PC con installato un sistema operativo antecedente Windows 2000 (purchè a 32 bit), attenersi alle seguenti istruzioni:
1. posizionarsi nella cartella dove è stato scaricato il software o, se il software è stato fornito su supporto CD, inserire il CD (se in automatico non appare a video il contenuto, aprire l'icona del lettore di CD o DVD da "Risorse del Computer")
2. eseguire "setup.exe" e seguire le istruzioni riportate a video
3. entrare nella cartella "aggiornamenti" e eseguire "aggiorna.bat"
4. selezionare "Start" / "Impostazioni" / "Pannello di controllo" / "Sistema"
5. selezionare la linguetta "Avanzate"
6. fare clic sul bottone "Variabili d'ambiente..." e tra le variabili di sistema aggiungere alla variabile "Path" il testo ";C:\Programmi\File comuni\Borland shared\Bde" (attenzione: i simboli "" delimitano il testo da inserire ma NON vanno digitati) verificando che il percorso esista e sia corretto, in alternativa potrebbe essere simile a ";C:\Program Files (x86)\Common Files\Borland Shared\BDE"
7. se richiesto installare il software relativo ai lettori (se fornito su supporto CD potrebbe essere necessario rimuovere gli attributi di sola lettura)
8. riavviare il PC prima di iniziare a utilizzare il software Eclipse

NOTE AGGIUNTIVE
Negli archivi forniti sono presenti molti esempi: si consiglia di non eliminare voci che potrebbero servire successivamente.
I manuali d’uso sono forniti in formato pdf, per accedervi (cartella "C:\appwin\eclipse") è necessario installare l’apposito lettore (visitare il sito internet www.adobe.it).
L'accesso al software è protetto (è anche possibile consentire l'accesso ma impedire la modifica dei dati). Per accedere alla versione dimostrativa impostare "OK" sia come "nome utente" che "password". Consultare il manuale del modulo base di Eclipse alla voce "Dati generali – Utenti" per definire le nuove credenziali di accesso e per eliminare l’utente "OK".
Il software viene fornito con alcuni programmi di utilità, tra cui una procedura di salvataggio dei dati. Per effettuare una copia dei dati in una cartella diversa da quella predefinita "C:\appwin\eclipse\flsav", modificare il file di testo "C:\appwin\eclipse\savefile.ini" o impostare il nuovo percorso direttamente dall'interno della procedura (ricordandosi di salvare la nuova configurazione).
Se previsto, ricordarsi di compilare e di inviare a mezzo fax o posta elettronica la scheda di registrazione "scheda.txt" che si troverà dopo l'installazione sul PC nella cartella "C:\appwin\eclipse".

Installazione di Eclipse su sistemi operativi Windows 2000 o Windows XP

Per installare il software Eclipse su un PC con installato il sistema operativo Windows 2000 o Windows XP (sia a 32 che a 64 bit), attenersi alle seguenti istruzioni:
1. posizionarsi nella cartella dove è stato scaricato il software o, se il software è stato fornito su supporto CD, inserire il CD (se in automatico non appare a video il contenuto, aprire l'icona del lettore di CD o DVD da "Risorse del Computer")
2. eseguire "setup.exe" e seguire le istruzioni riportate a video
3. entrare nella cartella "aggiornamenti" e eseguire "aggiorna.bat"
4. selezionare "Start" / "Impostazioni" / "Pannello di controllo" / "Sistema"
5. selezionare la linguetta "Avanzate"
6. fare clic sul bottone "Variabili d'ambiente..." e impostare le variabili utente "TEMP" e "TMP" a "C:\Temp" (eventualmente creando prima la cartella se non esiste) e tra le variabili di sistema aggiungere alla variabile "Path" il testo ";C:\Programmi\File comuni\Borland shared\Bde" (attenzione: i simboli "" delimitano il testo da inserire ma NON vanno digitati) verificando che il percorso esista e sia corretto, in alternativa potrebbe essere simile a ";C:\Program Files (x86)\Common Files\Borland Shared\BDE"
7. se richiesto installare il software relativo ai lettori (se fornito su supporto CD potrebbe essere necessario rimuovere gli attributi di sola lettura)
8. riavviare il PC prima di iniziare a utilizzare il software Eclipse

NOTE AGGIUNTIVE
Negli archivi forniti sono presenti molti esempi: si consiglia di non eliminare voci che potrebbero servire successivamente.
I manuali d’uso sono forniti in formato pdf, per accedervi (cartella "C:\appwin\eclipse") è necessario installare l’apposito lettore (visitare il sito internet www.adobe.it).
L'accesso al software è protetto (è anche possibile consentire l'accesso ma impedire la modifica dei dati). Per accedere alla versione dimostrativa impostare "OK" sia come "nome utente" che "password". Consultare il manuale del modulo base di Eclipse alla voce "Dati generali – Utenti" per definire le nuove credenziali di accesso e per eliminare l’utente "OK".
Il software viene fornito con alcuni programmi di utilità, tra cui una procedura di salvataggio dei dati. Per effettuare una copia dei dati in una cartella diversa da quella predefinita "C:\appwin\eclipse\flsav", modificare il file di testo "C:\appwin\eclipse\savefile.ini" o impostare il nuovo percorso direttamente dall'interno della procedura (ricordandosi di salvare la nuova configurazione).
Se previsto, ricordarsi di compilare e di inviare a mezzo fax o posta elettronica la scheda di registrazione "scheda.txt" che si troverà dopo l'installazione sul PC nella cartella "C:\appwin\eclipse".

Installazione di Eclipse su sistemi operativi Windows Vista o Windows 7

Per installare il software Eclipse su un PC con installato il sistema operativo Windows Vista o Windows 7 (sia a 32 che a 64 bit), attenersi alle seguenti istruzioni:
1. posizionarsi nella cartella dove è stato scaricato il software o, se il software è stato fornito su supporto CD, inserire il CD (se in automatico non appare a video il contenuto, aprire l'icona del lettore di CD o DVD da "Computer")
2. eseguire "setup.exe" e seguire le istruzioni riportate a video
3. entrare nella cartella "aggiornamenti" e eseguire "aggiorna.bat"
4. selezionare "Avvio" / "Pannello di controllo" / "Sistema e sicurezza" / "Sistema" / "Impostazioni di sistema avanzate"
5. selezionare la linguetta "Avanzate"
6. fare clic sul bottone "Variabili d'ambiente..." e impostare le variabili utente "TEMP" e "TMP" a "C:\Temp" (eventualmente creando prima la cartella se non esiste) e tra le variabili di sistema aggiungere alla variabile "Path" il testo ";C:\Programmi\File comuni\Borland shared\Bde" (attenzione: i simboli "" delimitano il testo da inserire ma NON vanno digitati) verificando che il percorso esista e sia corretto, in alternativa potrebbe essere simile a ";C:\Program Files (x86)\Common Files\Borland Shared\BDE"
7. eseguire da "Computer" / "Disco locale C:" / "Programmi" / "File comuni" / "Borland shared" / "Bde" / "bdeadmin.exe" (in alternativa il percorso potrebbe essere simile a "Computer" / "Disco locale C:" / "Program Files (x86)" / "Common Files" / "Borland Shared" / "Bde" / "bdeadmin.exe") e modificare in "Configuration" / "Drivers" / "Native" / "Paradox" il valore di "NET DIR" dall'attuale "C:\" in "C:\appwin\eclipse" (vedi il file vista.bmp presente nella cartella C:\appwin\eclipse), quindi selezionare "Object" / "Apply" e uscire dal programma
8. selezionare "Avvio" / "Pannello di controllo" / "Paese e lingua" / "Formati", premere il bottone "Impostazioni aggiuntive" e poi il bottone "Reimposta" e quindi "Ok", tornati sulla maschera "Paese e lingua" impostare l'ora breve come "HH.mm" e l'ora estesa come "HH.mm.ss"
9. se richiesto installare il software relativo ai lettori (se fornito su supporto CD potrebbe essere necessario rimuovere gli attributi di sola lettura)
10. è consigliato riavviare il PC prima di iniziare a utilizzare il software Eclipse

NOTE AGGIUNTIVE
Negli archivi forniti sono presenti molti esempi: si consiglia di non eliminare voci che potrebbero servire successivamente.
I manuali d’uso sono forniti in formato pdf, per accedervi (cartella "C:\appwin\eclipse") è necessario installare l’apposito lettore (visitare il sito internet www.adobe.it).
L'accesso al software è protetto (è anche possibile consentire l'accesso ma impedire la modifica dei dati). Per accedere alla versione dimostrativa impostare "OK" sia come "nome utente" che "password". Consultare il manuale del modulo base di Eclipse alla voce "Dati generali – Utenti" per definire le nuove credenziali di accesso e per eliminare l’utente "OK".
Il software viene fornito con alcuni programmi di utilità, tra cui una procedura di salvataggio dei dati. Per effettuare una copia dei dati in una cartella diversa da quella predefinita "C:\appwin\eclipse\flsav", modificare il file di testo "C:\appwin\eclipse\savefile.ini" o impostare il nuovo percorso direttamente dall'interno della procedura (ricordandosi di salvare la nuova configurazione).
Se previsto, ricordarsi di compilare e di inviare a mezzo fax o posta elettronica la scheda di registrazione "scheda.txt" che si troverà dopo l'installazione sul PC nella cartella "C:\appwin\eclipse".

Installazione di Eclipse su sistemi operativi Windows 10

Per installare il software Eclipse su un PC con installato il sistema operativo Windows 10 (sia a 32 che a 64 bit), attenersi alle seguenti istruzioni:
1. posizionarsi nella cartella dove è stato scaricato il software o, se il software è stato fornito su supporto CD, inserire il CD (se in automatico non appare a video il contenuto, aprire l'icona del lettore di CD o DVD da "Questo PC")
2. eseguire "setup.exe" e seguire le istruzioni riportate a video
3. entrare nella cartella "aggiornamenti" e eseguire "aggiorna.bat"
4. premere il tasto destro del mouse su "Questo PC" e selezionare "Proprietà" e dalla maschera che appare scegliere "Impostazioni di sistema avanzate"
5. selezionare la linguetta "Avanzate"
6. fare clic sul bottone "Variabili d'ambiente..." e impostare le variabili utente "TEMP" e "TMP" a "C:\Temp" (eventualmente creando prima la cartella se non esiste) e tra le variabili di sistema modificare la variabile "Path" e con il bottone "Nuovo" e poi "Sfoglia..." indicare il percorso "C:\Program Files (x86)\Common files\Borland Shared\BDE" (attenzione: i simboli "" verranno aggiunti automaticamente) verificando che il percorso esista e sia corretto
7. eseguire da "Questo PC" / "Disco locale C:" / "Programmi (x86)" / "Common Files" / "Borland Shared" / "BDE" / "bdeadmin.exe" (o simile) e modificare in "Configuration" / "Drivers" / "Native" / "Paradox" il valore di "NET DIR" dall'attuale "C:\" in "C:\appwin\eclipse" (vedi il file vista.bmp presente nella cartella C:\appwin\eclipse), quindi selezionare "Object" / "Apply" e uscire dal programma
8. selezionare "Avvio" / "Impostazioni" / "Data/ora e lingua" / "Impostazioni aggiuntive di data, ora e internazionali" / Cambia data, ora o formato dei numeri" / "Impostazioni aggiuntive..." e all'interno del tab "Ora" digitare (non appare dal menù a discesa) come "Ora breve" il valore HH.mm e come "Ora estesa" il valore HH.mm.ss e confermare la chiusura di tutte le maschere con "Ok"
9. se richiesto installare il software relativo ai lettori (se fornito su supporto CD potrebbe essere necessario rimuovere gli attributi di sola lettura)
10. è consigliato riavviare il PC prima di iniziare a utilizzare il software Eclipse

NOTE AGGIUNTIVE
Negli archivi forniti sono presenti molti esempi: si consiglia di non eliminare voci che potrebbero servire successivamente.
I manuali d’uso sono forniti in formato pdf, per accedervi (cartella "C:\appwin\eclipse") è necessario installare l’apposito lettore (visitare il sito internet www.adobe.it).
L'accesso al software è protetto (è anche possibile consentire l'accesso ma impedire la modifica dei dati). Per accedere alla versione dimostrativa impostare "OK" sia come "nome utente" che "password". Consultare il manuale del modulo base di Eclipse alla voce "Dati generali – Utenti" per definire le nuove credenziali di accesso e per eliminare l’utente "OK".
Il software viene fornito con alcuni programmi di utilità, tra cui una procedura di salvataggio dei dati. Per effettuare una copia dei dati in una cartella diversa da quella predefinita "C:\appwin\eclipse\flsav", modificare il file di testo "C:\appwin\eclipse\savefile.ini" o impostare il nuovo percorso direttamente dall'interno della procedura (ricordandosi di salvare la nuova configurazione).
Se previsto, ricordarsi di compilare e di inviare a mezzo fax o posta elettronica la scheda di registrazione "scheda.txt" che si troverà dopo l'installazione sul PC nella cartella "C:\appwin\eclipse".

Installazione di Eclipse su sistemi operativi Windows Server

Il software Eclipse non è certificato per funzionare su PC con installato un sistema operativo Windows Server, ma nelle installazioni multilicenza (se interessati contattateci per maggiori informazioni al riguardo) è richiesto che i dati risiedano proprio su una cartella condivisa di un PC con funzioni di server indipendentemente dal sistema operativo su esso installato.
Infatti su un PC server non è richiesto che Eclipse sia funzionante quale postazione di utilizzo, ma semplicemente che condivida (e gestisca in sicurezza) la cartella contenente gli archivi dell'applicativo.


Uso dell'interfaccia

Domande e risposte sull'interfaccia utilizzata nel software Eclipse (bottoni ed altri elementi grafici):

Come si sceglie una voce da un menù a tendina (triangolino a destra del campo)

Fare un clic sul bottone raffigurante il triangolino che sta sulla destra del campo, quindi scorrere l'elenco attraverso la barra di scorrimento o, se non visualizzata, usando i tasti freccia su e freccia giù sulla tastiera, infine selezionare la voce desiderata facendovi un clic (meglio se sul primo campo a sinistra).

Come si sceglie una voce da una tabella collegata (bottone con tre puntini a destra del campo)

Fare un clic sul bottone con disegnati i tre puntini che sta sulla destra del campo, quindi scorrere l'elenco attraverso i bottoni raffigurati nella parte alta della maschera (nell'ordine da sinistra: primo record, record precedente, record successivo, ultimo record), infine selezionare la voce desiderata facendovi un doppio clic (meglio se sul primo campo a sinistra). E’ anche possibile scorrere l’elenco tramite i tasti freccia su e freccia giù della tastiera e selezionare la voce desiderata premendo il tasto "invio", oppure abbandonare la maschera di selezione premendo il tasto "esc".

Come si seleziona una matricola

Fare un clic sul bottone con disegnati i tre puntini che sta sulla destra del campo, quindi è possibile:
- scorrere l'elenco attraverso i bottoni raffigurati nella parte alta della maschera (nell'ordine da sinistra: primo record, record precedente, record successivo, ultimo record) o attraverso i tasti freccia su e freccia giù della tastiera;
- riordinare l'elenco per codice o cognome;
- ricercare le voci che hanno determinate iniziali scegliendo l'ordinamento desiderato e digitandole nel campo "trova", premendo quindi il tasto "invio" sulla tastiera;
- selezionare la matricola desiderata facendovi un doppio clic (meglio se sul primo campo a sinistra) o premendo il tasto "invio" sulla tastiera.


Inserimento di nuove voci

Domande e risposte sull'inserimento di nuove voci nelle tabelle e nelle anagrafiche utilizzate nel software Eclipse:

Come si inserisce un nuovo totalizzatore

Dal menù "base dati" scegliere "totalizzatori", quindi fare clic sul bottone "+",  aggiungere la nuova voce e confermare facendo clic sul bottone di spunta.
Se assomiglia ad una voce già esistente, posizionarsi vicino a questa prima di attivare l'inserimento (sarà così possibile copiare manualmente i parametri simili).
Per chi dispone anche del modulo "collegamento paghe" ed utilizza codici differenti per le presenze ed i cedolini, si ricorda che bisogna anche caricare su tale modulo la relazione tra i due codici nel menù "dati" alla voce "tabella di correlazione".

Come si inserisce un nuovo giustificativo

Dal menù "base dati" scegliere "giustificativi", quindi fare clic sul bottone "+", aggiungere la nuova voce e confermare facendo clic sul bottone di spunta.
Al momento di inserire a quale totalizzatore esso si riferisca è possibile, attivando lo zoom (bottone con i tre puntini) accedere alla maschera dei totalizzatori già esistenti ed eventualmente da questa inserirne di nuovi.
Se assomiglia ad una voce già esistente, posizionarsi vicino a questa prima di attivare l'inserimento (sarà così possibile copiare manualmente i parametri simili).
Se con tale giustificativo si intende giustificare intere giornate, inserire anche un apposito record nella tabella "orari giornalieri" (vedere alla voce "come si inserisce un nuovo orario").

Come si inserisce un nuovo orario

Dal menù "base dati" scegliere "orari giornalieri", quindi selezionarne uno simile e attivare il bottone "duplica". Impostare il nuovo codice, confermare, quindi modificare i parametri differenti (ore contrattuali, giustificativo se riguarda un orario di assenza…).
Qualora un campo si riferisca a voci inesistenti (totalizzatori o giustificativi), si consiglia di chiudere la maschera degli orari, inserire le voci mancanti nelle apposite tabelle, quindi richiamare di nuovo l'orario e completarne l'inserimento.
Per quanto possibile, si sconsiglia di inserire da zero un orario (facendo clic sul bottone "+") poiché è facile dimenticarsi qualche parametro.

Come si inserisce una nuova matricola

Inserire nell'ordine:
- l'anagrafica tramite il menù "dati funzionali" e la voce "personale", ricordandosi di inserire come data di partenza del ciclo lavorativo un lunedì (quello precedente se la data di assunzione non corrisponde ad un lunedì o quello giusto se la durata del ciclo è superiore ad una settimana);
- il numero di badge tramite il menù "dati funzionali" e la voce "badges";
- ricordarsi di generare il suo calendario (menù "dati funzionali", voce "calendari personale", selezionare la matricola, fare clic sul bottone "genera" ed impostare solo il periodo "data iniziale" / "data finale"), impostando manualmente anche eventuali giorni festivi se previsti.
In alternativa è possibile duplicare una matricola già esistente (vengono duplicate tutte le informazioni della matricola di partenza, escluso quelle contenute nella sezione "storico").
Il dipendente può timbrare da subito (anche senza aver caricato quanto esposto) poiché il terminale è autonomo.

Come si associa un nuovo badge ad una matricola

Dal menù "dati funzionali" selezionare la voce "badges", quindi fare clic sul bottone "+" e procedere con l'inserimento.
Si ricorda che è possibile associare più tessere alla stessa persona (la quale potrà usarle indifferentemente), ma è consigliabile indicare "N" come validità su quella vecchia per escluderla dall'elaborazione (qualora qualcuno la trovasse e volesse utilizzarla in sostituzione alla propria, considerato che il terminale essendo autonomo l'accetta comunque).
E' anche possibile riassociare tessere di personale dimesso, purché si sia provveduto ad elaborarne completamente le timbrature prima di abbinarle ai nuovi dipendenti.


Problemi di orario

Domande e risposte inerenti le problematiche sugli orari gestibili nel software Eclipse:

Associazione di un nuovo ciclo lavorativo

Seguire i seguenti passi:
- dal menù "dati funzionali" scegliere la voce "personale", quindi selezionare la matricola interessata e fare clic sulla linguetta "cicli lavorativi";
- fare clic sul bottone "+" del navigatore posto più in basso, immettere la data di partenza del ciclo da un lunedì (quello precedente se la data di partenza non corrisponde ad un lunedì o quello giusto se la durata del ciclo è superiore ad una settimana) e confermare facendo clic sul bottone di spunta;
- dal menù "dati funzionali" scegliere la voce "calendari personale", selezionare la matricola, fare clic sul bottone "elimina" ed impostare il periodo "data iniziale" / "data finale", quindi fare clic sul bottone "genera" reimpostando il periodo interessato.

Cambia orario per un giorno senza variazione del numero di ore contrattuali

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare un clic sul bottone "cambia orario" posto nella zona superiore della maschera;
- per operare su più giornate impostare il periodo desiderato negli appositi campi (per default è selezionata la giornata corrente);
- scegliere il nuovo orario e premere "invio" sulla tastiera o fare un doppio clic sul codice desiderato (se si opta per un giorno di assenza è ininfluente il numero di ore contrattuali indicate su questo: l'assenza verrà calcolata per il numero di ore contrattuali previsto sul calendario della persona);
- il programma provvede in automatico a rieffettuare il conteggio della giornata.

Cambia orario per un giorno con variazione del numero di ore contrattuali

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare un clic sul bottone "cambia orario e ore contr." posto nella zona superiore della maschera;
- per operare su più giornate impostare il periodo desiderato negli appositi campi (per default è selezionata la giornata corrente);
- scegliere il nuovo orario e premere "invio" sulla tastiera o fare un doppio clic sul codice desiderato (il numero di ore contrattuali indicate sul calendario della persona verrà sostituito con quello indicato nell'orario scelto);
- il programma provvede in automatico a rieffettuare il conteggio della giornata.

Giustificazione di più giorni di assenza o cambio orario per singola persona senza variazione del numero di ore contrattuali

Dal menù "dati funzionali":
- scegliere la voce "calendari personale";
- selezionare la matricola;
- fare clic sul bottone "genera";
- impostare il periodo "data iniziale" / "data finale";
- attivare "sostituisci giorni esistenti";
- selezionare l'orario che si vuole associare (attenzione: le ore contrattuali indicate su questo non influiscono: varranno sempre quelle già indicate nel calendario della matricola);
- confermare.
Attenzione: il programma sostituisce solo i giorni che sono previsti come lavorativi (esempio: impostando come date tutto un mese verranno esclusi automaticamente le domeniche, i sabati se contrattualmente non sono lavorativi ed eventuali giorni impostati manualmente come festivi), diversamente è possibile forzare anche i giorni che non lo sono attivando le opportune scelte:
- "sostituisci sabato" consente di sostituire i sabati se contrattualmente non sono lavorativi;
- "sostituisci domenica" consente di sostituire le domeniche se contrattualmente non sono lavorative;
- "sostituisci riposo feriale" consente di sostituire i giorni da lunedì a venerdì che non risultano essere lavorativi (esempio: si è giustificato precedentemente una festività che cade in martedì).
Effettuare un "calcola totali" dal cartellino per la matricola ed il periodo impostato.

Giustificazione di più giorni di assenza o cambio orario per singola persona con variazione del numero di ore contrattuali

Se si tratta di un cambio di orario per un periodo di tempo abbastanza prolungato è opportuno vedere alla voce "associazione di un nuovo ciclo lavorativo", altrimenti comportarsi come segue.
Dal menù "dati funzionali":
- scegliere la voce "calendari personale";
- selezionare la matricola;
- fare clic sul bottone "elimina";
- impostare il periodo "data iniziale" / "data finale" e confermare;
- fare clic sul bottone "genera";
- impostare il periodo "data iniziale" / "data finale";
- attivare "sostituisci giorni esistenti";
- selezionare l'orario che si vuole associare (attenzione: le ore contrattuali indicate su questo influiranno il nuovo calendario, quindi se l'intervallo di tempo selezionato comprende anche sabati e domeniche anche questi prevederanno ore contrattuali obbligatorie);
- confermare.
Attenzione: il programma sostituisce tutti i giorni, pertanto le opzioni "sostituisci sabato", "sostituisci domenica" e "sostituisci riposo feriale" vengono sempre e comunque considerate attive.
Se necessario, rieffettuare un "calcola totali" dal cartellino per la matricola ed il periodo impostato.

Giustificazione di più giorni di assenza o cambio orario per più persone senza variazione del numero di ore contrattuali

Dal menù "dati funzionali":
- scegliere la voce "calendari personale";
- fare clic sul bottone "genera";
- attivare "tutto il personale";
- impostare il periodo "data iniziale" / "data finale";
- selezionare da "categoria orario" la tipologia di persone su cui applicare l'operazione (non selezionare nulla per operare su tutto il personale);
- attivare "sostituisci giorni esistenti";
- selezionare l'orario che si vuole associare (attenzione: le ore contrattuali indicate su questo non influiscono: varranno sempre quelle già indicate nel calendario delle singole matricole);
- confermare.
Attenzione: il programma sostituisce solo i giorni che sono previsti come lavorativi (esempio: impostando come date tutto un mese verranno esclusi automaticamente le domeniche, i sabati se contrattualmente non sono lavorativi ed eventuali giorni impostati manualmente come festivi), diversamente è possibile forzare anche i giorni che non lo sono attivando le opportune scelte:
- "sostituisci sabato" consente di sostituire i sabati se contrattualmente non sono lavorativi;
- "sostituisci domenica" consente di sostituire le domeniche se contrattualmente non sono lavorative;
- "sostituisci riposo feriale" consente di sostituire i giorni da lunedì a venerdì che non risultano essere lavorativi (esempio: si è giustificato precedentemente una festività che cade in martedì).
Se necessario, rieffettuare un "calcola totali" dal cartellino di tutto il personale per il periodo impostato.

Modifica manuale del numero di ore contrattuali sul calendario

Dal menù "dati funzionali":
- scegliere la voce "calendari personale";
- selezionare la matricola;
- modificare manualmente la cella nella colonna "ore cont." dei giorni desiderati;
- confermare facendo clic sul bottone di spunta del navigatore.
Si ricorda che è inoltre possibile modificare il numero di ore contrattuali previste in un giorno associando un differente orario (vedi "giustificazione di più giorni di assenza o cambio orario per singola persona con variazione del numero di ore contrattuali").

Uscite in anticipo per servizio (posta, banca…) sistematiche

Se l'orario da modificare è comune a più persone va prima duplicato, va creato un nuovo ciclo lavorativo che deve essere associato alla matricola, quindi bisogna eliminare (se già esistente) il suo calendario e poi rigenerarlo.
Bisogna poi aggiungere sul nuovo orario una giustificazione automatica per il tempo previsto per il servizio, ricordandosi di modificare anche la fascia di uscita se l'orario è di tipo rigido.

Uscite in anticipo per servizio (posta, banca…) saltuarie

Duplicare l'orario da modificare, quindi aggiungervi una giustificazione automatica per il tempo previsto per il servizio, ricordandosi di modificare anche la fascia di uscita se l'orario è di tipo rigido.
Da "correggi giornata" alla segnalazione di "timbratura fuori fascia" (per gli orari rigidi) o "ore lavorate inferiori alle ore contrattuali" (per quelli liberi) operare un "cambia orario" associando quello appena creato.

Entrate in ritardo per servizio (posta, banca…) sistematiche

Se l'orario da modificare è comune a più persone va prima duplicato, va creato un nuovo ciclo lavorativo che deve essere associato alla matricola, quindi bisogna eliminare (se già esistente) il suo calendario e poi rigenerarlo.
Bisogna poi aggiungere sul nuovo orario una giustificazione automatica per il tempo previsto per il servizio, ricordandosi di modificare anche la fascia di entrata se l'orario è di tipo rigido.

Entrata in ritardo per servizio (posta, banca…) saltuarie

Duplicare l'orario da modificare, quindi aggiungervi una giustificazione automatica per il tempo previsto per il servizio, ricordandosi di modificare anche la fascia di entrata se l'orario è di tipo rigido.
Da "correggi giornata" alla segnalazione di "timbratura fuori fascia" (per gli orari rigidi) o "ore lavorate inferiori alle ore contrattuali" (per quelli liberi) operare un "cambia orario" associando quello appena creato.

Ore da recuperare e ore recuperate all'interno della singola giornata di tipo rigido

Qualora il dipendente abbia timbrato fuori fascia (ma non in fascia con penale) e quindi sia stata segnalata l'anomalia di "lavoro ordinario inferiore alle ore contrattuali", attivare sulla scheda del personale nella sezione "straordinari" la voce "recupera straordinari" per consentire la trasformazione di eventuale straordinario effettuato nella giornata in lavoro ordinario.

Ore da recuperare e ore recuperate in giornate differenti

Non esiste una procedura automatica che pareggi il conteggio delle ore, ma è possibile operare manualmente.
Attenzione: si consiglia di tenere sempre traccia delle giornate in cui si toglie straordinario per pareggiare giornate lavorate parzialmente, anche se questo richiede l'inserimento di una giustificazione in più.
Operare in questo modo:
- creare un totalizzatore "ore recuperate" (intese come ore di straordinario sottratte da una giornata perché trasformate in lavoro ordinario in un'altra dove si è lavorato per meno delle ore contrattuali), di tipo N con aggiornamento monte ore N;
- creare un giustificativo che movimenta le ore recuperate in positivo o negativo (aggiornamento totalizzatore + se si preferisce vedere il totale ore recuperate con valori positivi o - se si preferisce vedere il totale ore recuperate con valori negativi, aggiornamento lavoro ordinario N, aggiornamento monte ore N);
- creare un giustificativo che sottrae straordinario (aggiornamento totalizzatore -, aggiornamento lavoro ordinario N, aggiornamento monte ore N o -);
- creare un giustificativo che somma lavoro ordinario (aggiornamento totalizzatore +, aggiornamento lavoro ordinario N perché coincide con il totalizzatore, aggiornamento monte ore N o + se si è indicato – su quello riguardante lo straordinario);
- a questo punto è sufficiente inserire nella giornata con straordinari il giustificativo che movimenta le ore recuperate e quello che sottrae straordinari, ed inserire nella giornata con meno ore quello che aumenta il lavoro ordinario. Se non si vuole tenere traccia del giorno dal quale si è tolto lo straordinario è sufficiente non creare il totalizzatore ed il giustificativo che riguardano le ore recuperate.

Ore da recuperare e ore recuperate in giornate differenti per personale che non può fare straordinario (esempio: part-time)

Autorizzare sull'orario eventuale straordinario ma chiamate il totalizzatore in un altro modo (sono ore che potrebbero coprire giornate non lavorate o lavorate parzialmente, o che altrimenti non saranno retribuite). Tale totalizzatore va comunque creato con gli stessi criteri degli straordinari (tipo S sull'anagrafica, straordinario minimo e arrotondamento sull'orario…), quindi comportarsi come descritto alla voce "ore da recuperare e ore recuperate in giornate differenti", considerando come voce di straordinario quella appena creata.

Maggiorazioni diverse per una o più giornate particolari (sostituzione totalizzatori)

Qualora si debba forzare per una o più giornate un conteggio utilizzando totalizzatori non previsti nei rispettivi orari e non si ritenga il caso di modificare detti orari, è possibile operare una sostituzione a posteriori (cioè effettuata DOPO aver calcolato i totali ed aver effettuato eventuali ricalcoli settimanali), utilizzando dal menù "operazioni periodiche" la scelta "sostituzione totalizzatori".
Attenzione: se si effettua un nuovo calcolo delle giornate vengono reimpostati i totalizzatori originari poiché il conteggio parte sempre dalle voci indicate sugli orari.

Orario associato a tutti per errore (da calendari matricole)

Per ripristinare la situazione:
- da calendari matricole usare il bottone "elimina" per eliminare la/e giornata/e del personale coinvolto per errore;
- usare il bottone "genera" per rigenerare il periodo senza attivare la scelta di "sostituisci giorni esistenti".
Per impostare il nuovo orario per la persona o le date desiderate:
- selezionare la matricola;
- usare il bottone "genera" per rigenerare il periodo attivando la scelta di "sostituisci giorni esistenti".

Come si modifica il conteggio degli arrotondamenti sulle entrate e sulle uscite

Dal menù "base dati" scegliere "orari giornalieri", quindi selezionare l'orario di cui si vuole cambiare la modalità di conteggio degli arrotondamenti sulle timbrature e nella sezione "entrata/uscita" modificare le fasce "dalle/alle" (per gli orari rigidi) e "arroton. entrata/uscita" (per gli orari liberi e le timbrature fuori fascia degli orari rigidi).
Dal menù "operazioni periodiche" scegliere "cartellino", quindi fare clic sul bottone "calcola totali" e rieffettuare il conteggio per le persone ed il periodo desiderato.
Rilanciare, se effettuati anche in precedenza, i ricalcoli settimanali.

Come si modifica il conteggio degli straordinari

Dal menù "base dati" scegliere "orari giornalieri", quindi selezionare l'orario di cui si vuole cambiare la modalità di conteggio degli straordinari e modificare, in funzione delle proprie esigenze:
- nella sezione "entrata/uscita" le fasce "dalle/alle" (per gli orari rigidi) e "arroton. entrata/uscita" (per gli orari liberi e le timbrature fuori fascia degli orari rigidi) per influire sul conteggio delle ore lavorate;
- nella sezione "straordinari" le fasce "dalle/alle", lo straordinario minimo conteggiabile e l'arrotondamento per influire sulle ore di straordinario da conteggiare.
Quindi dal menù "operazioni periodiche" scegliere "cartellino", fare clic sul bottone "calcola totali" e rieffettuare il conteggio per le persone ed il periodo desiderato.
Rilanciare, se effettuati anche in precedenza, i ricalcoli settimanali.

Come si modificano le tolleranze sulle entrate e sulle uscite

Dal menù "base dati" scegliere "orari giornalieri", quindi selezionare l'orario di cui si vuole cambiare la modalità di conteggio delle tolleranze sulle timbrature e nella sezione "entrata/uscita" modificare il valore di tolleranza per le tre entrate in fascia (per gli orari rigidi) e quello generale per le entrate e uscite (per gli orari liberi e le timbrature fuori fascia degli orari rigidi).
In ogni caso la tolleranza sulle uscite verrà sempre segnalata come anomala e spetterà all'operatore forzarne lo stato a "T", ma se i minuti conteggiati risulteranno essere superiori a quelli previsti non verrà conteggiata alcuna tolleranza.
Dal menù "operazioni periodiche" scegliere "cartellino", quindi fare clic sul bottone "calcola totali" e rieffettuare il conteggio per le persone ed il periodo desiderato.
Rilanciare, se effettuati anche in precedenza, i ricalcoli settimanali.

Accettazione automatica di entrata con addebito di una penale (solo per orari rigidi)

Dal menù "base dati" scegliere "orari giornalieri", quindi selezionare l'orario di cui si vuole cambiare la modalità di conteggio delle penali sulle timbrature di entrata (sezione "entrata/uscita"). Il valore impostato verrà conteggiato automaticamente e irrimediabilmente senza chiedere conferma all'operatore e lo stato della timbratura verrà fissato a R (ritardo).
Questo significa che qualora il dipendente si fermasse oltre l'orario per recuperare l'entrata in ritardo, si vedrà conteggiato dello straordinario.

Presenza di assenze e straordinari nella stessa giornata

Alcuni contratti di lavoro non consentono di avere nella stessa giornata voci di assenza e di straordinario. Il programma effettua comunque il conteggio e segnala all'operatore la presenza di tale anomalia solo se l'operatore ha attivato la voce "controllo totali" / "presenza di assenza e straordinari" nelle impostazioni della maschera di controllo anomalie.

Mezza giornata di ferie per chi ha orario presenza

Essendo l'orario presenza concepito in modo che una timbratura giustifichi la presenza per l'intera giornata (quindi vengano sempre e comunque conteggiate le ore contrattuali come interamente lavorate), eventuali mezze giornate di assenza non possono essere giustificate con il normale giustificativo utilizzato per gli altri casi, ma con un codice specifico che preveda di movimentare la voce di assenza con segno +, che movimenti il lavoro ordinario con segno – (di solito si indica N) e il monte ore con segno N o – (N se si vuole che rimanga pari alle ore contrattuali, – se si vuole che sia pari alle sole ore effettivamente lavorate).


Correzione di giornate con anomalie

Domande e risposte inerenti le problematiche sulle anomalie rilevabili nella normale gestione dei cartellini nel software Eclipse:

Come si inserisce una giustificazione (frazione di giorno)

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare clic sul bottone "+" del navigatore legato alle giustificazioni;
- scegliere il giustificativo, indicare il numero di ore ed il tipo;
- confermare facendo clic sul bottone di spunta;
- per vedere ricalcolati subito i totali fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.
Se si sceglie il giustificativo senza prima fare clic sul bottone "+" l'inserimento non verrà considerato.

Come si inserisce una timbratura mancante

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare clic sul bottone "+" del navigatore legato alle timbrature;
- inserire i dati richiesti (si consiglia di passare da un campo all'altro della maschera premendo sulla tastiera il tasto delle tabulazioni);
- confermare facendo clic sul bottone di spunta;
- per vedere ricalcolati subito i totali fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.
Se si dimentica di confermare l'inserimento facendo clic sul bottone di spunta i totali calcolati non appariranno corretti. In questo caso è sufficiente ricalcolarli.

Come si modifica il senso di una timbratura

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare un clic sul campo che contiene il senso della timbratura da modificare (in basso a sinistra apparirà la scritta "tabella attiva: timbrature");
- digitare il senso corretto ("E" se entrata, "U" se uscita);
- confermare facendo clic sul bottone di spunta;
- per vedere ricalcolati subito i totali fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.
Se si dimentica di confermare la modifica facendo clic sul bottone di spunta apparirà un messaggio di errore. In questo caso è sufficiente ricalcolare i totali.

Come si elimina una timbratura doppia o errata

Premesso che il programma di scarico dati elimina automaticamente le timbrature doppie (stessa matricola, data, ora e senso di timbratura), qualora si rendesse necessario eliminare una timbratura si operi come segue.
Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare un clic su un campo qualsiasi della timbratura da eliminare (in basso a sinistra apparirà la scritta "tabella attiva: timbrature");
- fare clic sul bottone "-" del navigatore;
- confermare con OK l'eliminazione;
- per vedere ricalcolati subito i totali fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.

Come si associano timbrature a giornate precedenti o successive

Premesso che il programma controlla che la data delle timbrature rispecchi i parametri "accettazione" e "permanenza" impostati sull'orario giornaliero, qualora si rendesse necessario forzarla si operi come segue.
Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare un clic su un campo qualsiasi della timbratura da spostare (in basso a sinistra apparirà la scritta "tabella attiva: timbrature");
- senza spostare il puntatore del mouse fare clic con il tasto destro;
- confermare con il sinistro "sposta su giorno precedente" o "sposta su giorno successivo" in funzione delle proprie necessità.
Per vedere ricalcolati subito i totali:
- fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera;
- selezionare dal calendario il giorno precedente o successivo;
- fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.

Come si associa una giustificazione a più persone

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie") inserire la giustificazione alla prima matricola (vedere "come si inserisce una giustificazione"), quindi:
- posizionare il mouse su un campo qualsiasi della giustificazione e fare clic con il tasto destro;
- confermare con il sinistro "applica su più matricole";
- impostare le selezioni desiderate e confermare facendo clic sul bottone "conferma" (il programma genererà la stessa giustificazione per quella data con quel giustificativo e per quel numero di ore per tutte le matricole che rispecchiano la selezione impostata).
Per vedere ricalcolati subito i totali della singola matricola:
- fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.
Per vedere ricalcolati subito i totali di tutte le matricole interessate:
- selezionare "operazioni periodiche" e "cartellino personale";
- fare clic sul bottone "calcola totali";
- impostare le selezioni desiderate e confermare facendo clic sul bottone "conferma" (il programma ricalcolerà tutti i totali, pertanto dovranno essere rilanciati, se effettuati anche in precedenza, i ricalcoli settimanali).

Cambia orario per uno o più giorni senza variazione del numero di ore contrattuali

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare un clic sul bottone "cambia orario" posto nella zona superiore della maschera;
- per operare su più giornate impostare il periodo desiderato negli appositi campi (per default è selezionata la giornata corrente);
- scegliere il nuovo orario e premere "invio" sulla tastiera o fare un doppio clic sul codice desiderato (se si opta per un giorno di assenza è ininfluente il numero di ore contrattuali indicate su questo: l'assenza verrà calcolata per il numero di ore contrattuali previsto sul calendario della persona);
- il programma provvede in automatico a rieffettuare il conteggio della giornata.

Cambia orario per uno o più giorni con variazione del numero di ore contrattuali

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie"):
- fare un clic sul bottone "cambia orario e ore contr." posto nella zona superiore della maschera;
- per operare su più giornate impostare il periodo desiderato negli appositi campi (per default è selezionata la giornata corrente);
- scegliere il nuovo orario e premere "invio" sulla tastiera o fare un doppio clic sul codice desiderato (il numero di ore contrattuali indicate sul calendario della persona verrà sostituito con quello indicato nell'orario scelto);
- il programma provvede in automatico a rieffettuare il conteggio della giornata.

Maggiorazioni diverse per una o più giornate particolari (sostituzione totalizzatori)

Qualora si debba forzare per una o più giornate un conteggio utilizzando totalizzatori non previsti nei rispettivi orari e non si ritenga il caso di modificare detti orari, è possibile operare una sostituzione a posteriori (cioè effettuata DOPO aver calcolato i totali ed aver effettuato eventuali ricalcoli settimanali), utilizzando dal menù "operazioni periodiche" la scelta "sostituzione totalizzatori".
Attenzione: se si effettua un nuovo calcolo delle giornate vengono reimpostati i totalizzatori originari poiché il conteggio parte sempre dalle voci indicate sugli orari.

Come riclassificare gli straordinari effettuati nella settimana (ricalcoli settimanali)

Operare come segue:
- selezionare "operazioni periodiche", "ricalcoli settimanali", "ricalcoli straordinari", "fasce straordinari";
- inserire o modificare le fasce per come dovranno essere riclassificati gli straordinari;
- elencare eventuali totalizzatori che dovranno essere esclusi dalla riclassificazione;
- assicurarsi che le varie matricole abbiano associato nell'anagrafica il ricalcolo appropriato (campo "ricalcolo settimanale" nella sezione "straordinari");
- selezionare "operazioni periodiche", "ricalcoli settimanali", "ricalcoli straordinari", "calcolo attribuzione straordinari" e impostare il periodo desiderato (il programma riconosce e gestisce automaticamente date a cavallo della settimana).

Attribuzione errata della data delle timbrature

Il programma non è in grado di attribuire correttamente le date di riferimento delle timbrature se sugli orari la differenza tra l'accettazione e la permanenza supera le 23.59 ore, oppure se tali valori si sovrappongono tra una giornata ed un'altra.
Vedere "come si associano timbrature a giornate precedenti o successive".

Timbrature su giorni festivi o di assenza (conteggio come straordinari)

Per gli orari impostati come di tipo G (giustifica) il programma non accetta timbrature (viene segnalato "non ammessa sul giorno").
Per ovviare a questo, qualora si rendesse necessario accettarle comunque e conteggiare le ore come straordinario, è necessario reimpostare l'orario lavorativo originario, quindi giustificare manualmente su "correggi giornata" le ore festive o di assenza (usare una giustificazione per il numero di ore contrattuali).

Mezza giornata di ferie per chi ha orario presenza

Essendo l'orario presenza concepito in modo che una timbratura giustifichi la presenza per l'intera giornata (quindi vengano sempre e comunque conteggiate le ore contrattuali come interamente lavorate), eventuali mezze giornate di assenza non possono essere giustificate con il normale giustificativo utilizzato per gli altri casi, ma con un codice specifico che preveda di movimentare la voce di assenza con segno +, che movimenti il lavoro ordinario con segno – (di solito si indica N) e il monte ore con segno N o – (N se si vuole che rimanga pari alle ore contrattuali, – se si vuole che sia pari alle sole ore effettivamente lavorate).

Non funziona il conteggio dei totali

Se si è in "correggi giornata" può darsi che non si sia confermato con il bottone di spunta l'inserimento o la modifica di una timbratura o di una giustificazione, in questo caso basta riprovare.
Diversamente bisogna verificare che sulla scheda della matricola la data da calcolare sia superiore o uguale a quelle indicate come di assunzione e di chiusura, e che sia inferiore o uguale a quella di fine servizio.


Varie sul personale

Domande e risposte inerenti problematiche varie sulla gestione del personale nel software Eclipse:

Come si associa un nuovo badge ad una matricola

Dal menù "dati funzionali" selezionare la voce "badges", quindi fare clic sul bottone "+" e procedere con l'inserimento.
Si ricorda che è possibile associare più tessere alla stessa persona (la quale potrà usarle indifferentemente), ma è consigliabile indicare "N" come validità su quella vecchia per escluderla dall'elaborazione (qualora qualcuno la trovasse e volesse utilizzarla in sostituzione alla propria, considerato che il terminale essendo autonomo l'accetta comunque).
E' anche possibile riassociare tessere di personale dimesso, purché si sia provveduto ad elaborarne completamente le timbrature prima di abbinarle ai nuovi dipendenti.

Come si registrano le dimissioni di una matricola

Nell'ordine:
- selezionare l'anagrafica della matricola interessata (menù "dati funzionali" e voce "personale"), impostare come "fine servizio" l'ultimo giorno lavorato e confermare la modifica facendo clic sul bottone di spunta;
- eliminare il calendario successivo la data di fine servizio (menù "dati funzionali", voce "calendari personale", selezionare la matricola, fare clic sul bottone "elimina").
La matricola verrà ora ignorata in qualsiasi elaborazione o stampa che riguardi date successive a quella di fine servizio.

Cosa fare se una matricola perde il proprio badge

Dal menù "dati funzionali" selezionare la voce "badges", quindi fare clic sul campo "validità" del badge perso, impostare il valore "N" e confermare la modifica facendo clic sul bottone di spunta.
Quindi si veda alla voce "come si associa un nuovo badge ad una matricola".

Trattamento di personale esterno

Per poter visionare le timbrature del personale esterno che svolgono lavori presso l'azienda è sufficiente dargli un badge e selezionare dal menù "operazioni giornaliere" la voce "controllo timbrature".
Per stamparle ed ottenere anche il conteggio delle ore lavorate:
- creare una filiale "personale esterno" (facoltativa, ma consigliata così da poter filtrare velocemente il personale nelle elaborazioni e nelle stampe);
- creare una mansione ed una qualifica appropriate;
- creare un totalizzatore "lavoro esterno" di tipo S;
- creare un orario di tipo L con zero ore contrattuali, zero timbrature obbligatorie, arrotondamenti sulle entrate, sulle uscite e sugli straordinari a propria scelta, totalizzatore straordinari quello appena creato;
- generare un ciclo lavorativo che preveda sempre quell'orario;
- caricare le anagrafiche;
- associare i badges;
- generare il calendario personale;
- elaborare le timbrature;
- effettuare il controllo e la correzione delle anomalie.

Controllo presenti in azienda ad un dato orario

Prima di poter richiedere la stampa dei presenti / assenti ad un certo orario è necessario effettuare lo scarico delle timbrature dai terminali ed elaborarle, quindi si può attivare dal menù "operazioni giornaliere" la voce "presenti – assenti" ed impostare i parametri desiderati.

Attribuzione di una matricola ad un reparto per un periodo di tempo

Operare come segue:
- cambiare sull'anagrafica (menù "dati funzionali" e voce "personale") i campi filiale e reparto con quelli temporanei;
- selezionare "operazioni periodiche" e "cartellino personale";
- selezionare di nuovo la matricola e fare clic sul bottone "calcola totali";
- impostare il periodo interessato e confermare facendo clic sul bottone "conferma" (il programma ricalcolerà tutti i totali, pertanto dovranno essere rilanciati, se effettuati anche in precedenza, i ricalcoli settimanali);
- chiudere il cartellino;
- ripristinare sull'anagrafica i campi filiale e reparto originali.

Attribuzione di una matricola ad un reparto per un periodo limitato

Premesso che non è possibile attribuire solo frazioni di giorni, dal menù "dati funzionali":
- scegliere la voce "calendari personale";
- selezionare la matricola;
- cambiare sui singoli giorni i campi filiale e reparto con quelli temporanei;
- chiudere il calendario;
- selezionare "operazioni periodiche" e "cartellino personale";
- selezionare di nuovo la matricola e fare clic sul bottone "calcola totali";
- impostare il periodo interessato e confermare facendo clic sul bottone "conferma" (il programma ricalcolerà tutti i totali, pertanto dovranno essere rilanciati, se effettuati anche in precedenza, i ricalcoli settimanali).


Problemi con le stampe

Domande e risposte inerenti possibili problematiche che si possono verificare nelle stampe durante l'utilizzo del software Eclipse:

Stampa del cartellino su fogli vidimati

La stampa del cartellino può essere ripetuta quante volte si vuole, ma nel momento in cui viene eseguita su fogli vidimati assume valore definitivo (anche se è possibile ristamparla nuovamente).
Se necessario è possibile sbarrare il foglio vidimato errato, scriverci a penna la parola "annullato", modificare il conteggio delle ore e ripetere la stampa su un nuovo foglio.
La differenza sostanziale tra stampa "non su vidimato" o "su vidimato" è che nel primo caso vengono riportati anche i codici degli orari previsti.
Se si rende necessario utilizzare per la stampa un modulo di lunghezza diversa rispetto a quello abituale, si consiglia di impostare prima tale formato tramite le scelte di windows "avvio" / "impostazioni" / "stampanti" / "predefinita" poiché il bottone "printer setup" all'interno della stampa a video non sempre funziona correttamente, ed essendo un modulo software fornito da terze parti non ci è consentito correggerne eventuali anomalie (non funziona correttamente solo per alcune impostazioni di alcune stampanti).
Dopo ogni stampa appare un bottone "agg. chiusura" che, se selezionato (facoltativo), blocca il conteggio impostando sull'anagrafica nel campo "data chiusura" l'ultimo giorno stampato. Questa procedura inibisce la possibilità di rieffettuare conteggi. Qualora si renda necessario modificare giornate così bloccate, è necessario modificare tale data.

Non vengono rispettate le impostazioni della stampante

Se si rende necessario utilizzare per le stampe delle impostazioni differenti da quelle predefinite, si consiglia di impostare prima tali valori tramite le scelte di windows "avvio" / "impostazioni" / "stampanti" / "predefinita" poiché il bottone "printer setup" all'interno della stampa a video non sempre funziona correttamente, ed essendo un modulo software fornito da terze parti non ci è consentito correggerne eventuali anomalie (non funziona correttamente solo per alcune impostazioni di alcune stampanti).

Problemi di stampa con windows NT, 2000, XP, Vista, 7 e sistemi operativi successivi

Perché le stampe funzionino correttamente con windows NT è necessario installare almeno il service pack 3.
Per windows 2000, XP, Vista, 7 e sistemi operativi successivi, dopo avere eseguito l'installazione tradizionale effettuare i seguenti passaggi aggiuntivi (riferiti a windows XP, per gli altri sistemi operativi possono variare leggermente):
- "Start"/"Impostazioni"/"Pannello di controllo"/"Sistema";
- linguetta "Avanzate";
- bottone "Variabili d’ambiente" e impostare le variabili utente "Temp" e "Tmp" a "C:\Temp" (eventualmente creare la directory se non esiste);
- tra le variabili di sistema aggiungere alla variabile "Path": ";C:\Programmi\File comuni\Borland shared\Bde";
- confermare con "Ok", "Ok", "Applica", "Ok" e chiudere il pannello di controllo, quindi riavviare il PC.


Funzionamenti anomali

Domande e risposte inerenti funzionamenti anomali durante l'utilizzo del software Eclipse:

Totalizzatori di assenza di tipo A o N

I totalizzatori di assenza di tipo A vengono sommati nel conteggio delle ore contrattuali e, in caso di presenza di straordinari, possono generare una segnalazione di errore se nel controllo anomalie si sceglie la verifica di questi casi.
I totalizzatori di assenza di tipo N non influiscono sulle ore lavorate ma vengono semplicemente conteggiati (di solito si usano per segnalare buoni mensa usufruiti, trasferte…).

Attribuzione errata della data delle timbrature

Il programma non è in grado di attribuire correttamente le date di riferimento delle timbrature se sugli orari la differenza tra l'accettazione e la permanenza supera le 23.59 ore, oppure se tali valori si sovrappongono tra una giornata ed un'altra.
Vedere "come si associano timbrature a giornate precedenti o successive".

Mezza giornata di ferie per chi ha orario presenza

Essendo l'orario presenza concepito in modo che una timbratura giustifichi la presenza per l'intera giornata (quindi vengano sempre e comunque conteggiate le ore contrattuali come interamente lavorate), eventuali mezze giornate di assenza non possono essere giustificate con il normale giustificativo utilizzato per gli altri casi, ma con un codice specifico che preveda di movimentare la voce di assenza con segno +, che movimenti il lavoro ordinario con segno – (di solito si indica N) e il monte ore con segno N o – (N se si vuole che rimanga pari alle ore contrattuali, – se si vuole che sia pari alle sole ore effettivamente lavorate).

Non funziona il conteggio dei totali

Se si è in "correggi giornata" può darsi che non si sia confermato con il bottone di spunta l'inserimento o la modifica di una timbratura o di una giustificazione, in questo caso basta riprovare.
Diversamente bisogna verificare che sulla scheda della matricola la data da calcolare sia superiore o uguale a quelle indicate come di assunzione e di chiusura, e che sia inferiore o uguale a quella di fine servizio.

Come si rimuove una giustificazione associata per errore a più persone

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie") selezionare una delle matricole interessate, quindi:
- posizionare il mouse su un campo qualsiasi della giustificazione da rimuovere e fare clic con il tasto destro;
- confermare con il sinistro "rimuovi da più matricole";
- impostare le selezioni desiderate e confermare facendo clic sul bottone "conferma" (il programma eliminerà per tutte le matricole selezionate le giustificazioni che verranno trovate in quella data, con quel giustificativo e per quel numero di ore).
Per vedere ricalcolati subito i totali della singola matricola:
- fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.
Per vedere ricalcolati subito i totali di tutte le matricole interessate:
- selezionare "operazioni periodiche" e "cartellino personale";
- fare clic sul bottone "calcola totali";
- impostare le selezioni desiderate e confermare facendo clic sul bottone "conferma" (il programma ricalcolerà tutti i totali, pertanto dovranno essere rilanciati, se effettuati anche in precedenza, i ricalcoli settimanali).

Come reinserire una giornata con errori o scomparsa

Se per errore si eliminano dal calendario uno o più giorni, questi non appaiono più nel cartellino e in "correggi giornata".
E' quindi necessario reinserirli da "dati funzionali" / "calendari personale" facendo clic sul bottone "genera" (per ricrearli in automatico e in funzione dei cicli lavorativi associati alla matricola) o utilizzando il bottone "+" (per inserirli manualmente, però prima è necessario spostarsi sul calendario di sinistra sulla giornata che si vuole inserire, quindi andare in inserimento e quindi scegliere l’orario da associare).
Se invece i giorni ci sono ma da "correggi giornata" non vengono visualizzate le timbrature o appare un errore se si cerca di effettuare il calcolo, è necessario utilizzare la seguente procedura:
- lanciare il modulo utilità tramite le scelte di windows "avvio" / "programmi" / "eclipse";
- selezionare "elimina dati" e quindi "obsoleti";
- impostare la matricola e le date interessate;
- attivare "timbrature e giustificazioni" e "totali";
- confermare;
- chiudere il modulo utilità;
- tornare su "correggi giornata" e reinserire manualmente le timbrature e le eventuali giustificazioni perse;
- per vedere ricalcolati subito i totali fare un clic sul bottone "calcola totali" posizionato nella zona superiore della maschera.

Eliminata una voce per errore (da qualsiasi archivio)

Il programma NON è dotato di controllo sull'integrità referenziale, pertanto se viene eliminata una voce da un archivio che veniva utilizzata altrove possono verificarsi anomalie (esempio: il calcolo totali non appare corretto). Si consiglia pertanto di non eliminare le voci solo perché si ritengono non più utili (esempio: dei totalizzatori possono non servire più, ma essere stati utilizzati in passato e quindi continuare ad esistere nello storico), ma farlo solo per casi certi (esempio: voce appena inserita ma per errore).

Non consente di inserire giustificazioni se non impostandole due volte (correggi giornata)

Da "correggi giornata" (passando tramite "cartellino" o "operazioni giornaliere" / "correzione anomalie") è possibile inserire giustificazioni che riguardano frazione di giorni, ma se si sceglie dall'apposito menù a tendina il giustificativo prima di aver fatto clic sul bottone "+" del navigatore, l'inserimento non verrà considerato (vedere "come si inserisce una giustificazione").

Il programma si comporta in maniera anomala o segnala strani messaggi di errore

Anche se può sembrare strano, provate a:
- chiudere l'applicativo;
- spegnere fisicamente il computer con la procedura standard (non scegliere "riavvia il sistema");
- dopo qualche secondo riaccenderlo;
- rilanciare il programma e reimpostare lo stesso lavoro.
Se continuasse a non funzionare, è necessario contattare l'assistenza o inviarci una e-mail.


Altro

Domande e risposte inerenti problematiche sul software Eclipse non classificate nelle altre categorie:

Eliminazione di dati obsoleti

Qualora non si ritenga opportuno passare i dati sullo storico (disponibile acquistando il modulo "storico ed esportazioni"), o si renda necessario eliminarne alcuni, è possibile:
- lanciare il modulo utilità tramite le scelte di windows "avvio" / "programmi" / "eclipse";
- selezionare "elimina dati" e quindi "obsoleti";
- impostare la matricola e le date interessate;
- attivare gli archivi che si vuole ripulire;
- confermare facendo clic sul bottone "conferma".

Acquisizione di timbrature in formato standard ascii

Nel modulo "scarico dati" (scelte di windows "avvio" / "programmi" / "eclipse" / "scarico dati") impostare:
- come modello di terminale "HA-20";
- come tipo di scarico "percorso";
- come percorso il path ed il nome dell'archivio che conterrà le timbrature da acquisire (esempio: C:\APPWIN\ECLIPSE\LETTORI\PRESENZA).
Dopo ogni scarico il file di acquisizione viene eliminato.
Il formato del file sequenziale ascii deve essere il seguente (una riga per ogni timbratura):
- otto caratteri allineati a destra rappresentanti il codice del badge (davanti possono esserci indipendentemente spazi bianchi o caratteri "0");
- un carattere fisso contenente il delimitatore "~";
- otto caratteri rappresentanti la data nel formato AAAAMMGG;
- un carattere fisso contenente il delimitatore "~";
- sei caratteri rappresentanti l'ora nel formato HHMMSS (anche se i secondi non vengono poi considerati);
- un carattere fisso contenente il delimitatore "~";
- un carattere rappresentante il senso che può valere soltanto "E" se trattasi di un'entrata o "U" se trattasi di un'uscita (il carattere deve essere maiuscolo);
- un carattere fisso contenente il delimitatore "~";
- due caratteri rappresentanti il numero del terminale (che verranno però sostituiti in fase di acquisizione con il valore associato al terminale nel campo "codice").

Salvataggio rapido dei dati

Quando si intende utilizzare tale programma (scelte di windows "avvio" / "programmi" / "eclipse" / "salvataggio rapido dati") per copiare o ripristinare completamente e simultaneamente tutti i dati di tutti i moduli, è opportuno non avere aperta alcuna maschera, se non quelle con i menù generali.
Attenzione a non cadere nel seguente problema:
- si effettua un salvataggio rapido dei dati;
- si scaricano le timbrature dai terminali;
- si effettuano delle operazioni errate per cui si decide di ripristinare i dati.
In questo caso, infatti, difficilmente è possibile riscaricare le timbrature dai terminali, che così verrebbero irrimediabilmente perse. Piuttosto, operare come segue:
- si scaricano le timbrature dai terminali;
- si effettua un salvataggio rapido dei dati;
- si effettuano le varie operazioni e se ritenute errate si ripristinano i dati.

Backup dei dati

Il prodotto non viene fornito con un'utility per il salvataggio degli archivi su differenti unità (dischetti, nastri…), ma è possibile utilizzare qualunque procedura già in vostro possesso (si consiglia di effettuare copie e ripristini solo quando tutte le maschere sono chiuse, comprese quelle dei menù generali).
La cartella da copiare è quella denominata FL (di solito dislocata in C:\APPWIN\ECLIPSE\FL).

Backup dei programmi

Non è il caso di effettuare una copia dei programmi in quanto ripristinarli su un computer su cui è stato reinstallato windows non consentirà comunque di farli funzionare.
Questo perché l'applicativo ha bisogno di essere installato dai supporti originali (vengono infatti collocati dei componenti nelle cartelle di sistema e viene aggiornato il registry di windows).
Si consiglia però di salvare (tramite un semplice copia/incolla) le eventuali icone presenti sul desktop e nel menù "avvio" / "programmi" / "eclipse".

Rimozione dei programmi

Per rimuovere completamente i programmi dal computer:
- selezionare le scelte di windows "avvio" / "impostazioni" / "pannello di controllo" / "installazione applicazioni";
- selezionare dalla lista "eclipse";
- fare clic sul bottone "aggiungi/rimuovi";
- da "risorse del computer" o da "gestione risorse" eliminare fisicamente la cartella C:\APPWIN.


 
News image

Realizzato sull'esperienza di oltre quindici anni di attività nel settore, Eclipse è il software di rilevazione delle presenze per Microso...

Continua...
News image

L'utilizzo di terminali che leggono i badges in formato card o tag tramite il rilevamento a onde radio (sistemi a prossimità), offrono i se...

Continua...
News image

L'utilizzo di terminali che leggono i codici a barre (barcodes) offrono i seguenti vantaggi: la lettura avviene a distanza, quindi la testin...

Continua...
News image

L'utilizzo di terminali che leggono i badges tramite il riconoscimento di bande magnetiche (cioè la maggior parte dei terminali utilizzati...

Continua...

L'utilizzo dei cookies su questo sito concorre alla buona navigazione e favorisce il miglioramento dei servizi offerti ai visitatori e agli utenti registrati, pertanto se ne consiglia l’accettazione. Continuare la navigazione senza l’esplicita accettazione equivale ad una accettazione temporanea degli stessi. Per saperne di piu' o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies consulta la nostra pagina sulla privacy.

Accetto l'utilizzo dei cookies per questo sito.